A Simple(r) Tool For Examining Fixations

Abbiamo presentato il lavoro “A Simple(r) Tool For Examining Fixations”, sviluppato insieme alla Sapienza Università di Roma, all’interno della quarta uscita del 2016 del Journal of Eye Movement Research (JERM).
 
Abstract:
This short paper describes an update of A Simple Tool For Examining Fixations (ASTEF) developed for facilitating the examination of eye-tracking data and for computing a spatial statistics algorithm that has been validated as a measure of mental workload (namely, the Nearest Neighbor Index: NNI). The code is based on Matlab® 2013a and is currently distributed on the web as an open-source project. This implementation of ASTEF got rid of many functionalities included in the previous version that are not needed anymore considering the large availability of commercial and open-source software solutions for eye-tracking. That makes it very easy to compute the NNI on eye-tracking data without the hassle of learning complicated tools. The software also features an export function for creating the time series of the NNI values computed on each minute of the recording. This feature is crucial given that the spatial distribution of fixations must be used to test hypotheses about the time course of mental load.
 

Mental workload assessment using eye-tracking glasses in a simulated maritime scenario

In occasione del meeting annuale della Human Factors and Ergonomic Society - Europe Chapter del 2015, abbiamo presentato il paper “Mental workload assessment using eye-tracking glasses in a simulated maritime scenario” che presenta parte delle attività che abbiamo svolto all’interno del progetto di ricerca europeo “CyClaDeS - Crew-centered Design and Operations of Ships and Ship Systems”.

Abstract:
The primary goal of this study was the assessment of maritime operators’ mental workload in simulation scenarios designed for containing typical traffic situations to be handled by officers during usual routine ship navigation. Taskload was manipulated throughout the sessions to analyse changes in ocular activity during complexity peaks. Specifically, it was tested the viability of implementing a dynamic analysis of eye movements collected through eye tracking glasses (while the operator was freely moving on the bridge) and using the distribution of eye fixations as an indicator of mental workload. Another objective of the present study was to assess the relation between attentional control and the mental workload as perceived by the operators. Results showed that the distribution of eye fixations changed with taskload and that individuals showing high attentional control reported low workload. Furthermore, frequent eye movement transitions have been found between the instruments monitored, suggesting that the information they provide could most usefully be integrated for improving the operators’ performance.

Integrazione tra gli aspetti ergonomici e di sicurezza in trattori e macchine agricole

In qualità di partner di ricerca del CRA-ING, abbiamo partecipato al progetto “INTRAC - Integrazione tra gli aspetti ergonomici e di sicurezza in trattori e macchine agricole”. Di seguito i titoli dei lavori da noi gestiti e descritti nella pubblicazione omonima del progetto (ISBN 978-88-97081-65-4):

  • Innovazione tecnologica nei trattori ed Ergonomia cognitiva: Studio sul carico di lavoro mentale.
  • Trattore sicuro: manuale su salute e sicurezza realizzato tramite un approccio partecipativo.
  • Guida di macchine agricole e incidenti: il ruolo del controllo attentivo.

Progetto INTRAC ad EIMA 2014

In qualità di partner di ricerca del CRA-ING, parteciperemo al convegno finale del progetto “INTRAC - Integrazione tra gli aspetti ergonomici e di sicurezza in trattori e macchine agricole” che si terrà il 14 novembre, dalle ore 9:30 alle 13:00, nel corso dell'EIMA di Bologna. Durante questa occasione, presenteremo i seguenti lavori:

  • Innovazione tecnologica nei trattori ed Ergonomia cognitiva: Studio sul carico di lavoro mentale.
  • Trattore sicuro: manuale su salute e sicurezza realizzato tramite un approccio partecipativo.
  • Guida di macchine agricole e incidenti: il ruolo del controllo attentivo.

Keep calm and don’t move a muscle: Motor restlessness as an indicator of mental workload

In occasione del meeting annuale della Human Factors and Ergonomic Society - Europe Chapter del 2013, abbiamo presentato il paper “Keep calm and don’t move a muscle: Motor restlessness as an indicator of mental workload” che presenta parte delle attività che abbiamo svolto all’interno del progetto di ricerca europeo “CyClaDeS - Crew-centered Design and Operations of Ships and Ship Systems”.

Abstract:
Subtle motor activity of the gluteal muscles and legs of the operator sitting in a chair can be obtained by using capacity sensors applied to the seat itself, thus making viable to easily record variations in motor restlessness during the execution of a task. The present study was aimed at studying the relation between variations in mental workload and variations in motor activity that are unrelated to the task to perform. Preliminary results from a laboratory study employing behavioural, ocular, subjective and motor measures show that motor restlessness can be considered as a promising indicator that can be usefully integrated in any data collection procedure for assessing the operator functional state.

CyClaDeS - Crew-centered Design and Operations of Ships and Ship Systems

Facciamo parte del consorzio di 14 paesi europei che, nell'ambito del 7° programma quadro, sta sviluppando il progetto CyClaDes per promuovere e integrare gli aspetti connessi allo Human Factors tanto nelle fasi di progettazione delle unità navali quanto nel loro ciclo di vita (e.g. governo, manutenzione, formazione degli equipaggi). Nello specifico stiamo sviluppando un sistema per la rilevazione in tempo reale del carico di lavoro mentale degli ufficiali di guardia attraverso l’analisi del movimento oculare, valutandone l’applicabilità rispetto al contesto marittimo e definendo una roadmap per la successiva eventuale implementazione in un contesto reale (es. per l’assessment dei sistemi di bordo o per l’adozioni in sistemi di automazione adattiva).

INTRAC - Integrazione tra gli aspetti ergonomici e di sicurezza nei trattori

Siamo stati coinvolti dal CRA-ING (Consiglio per la Ricerca per la Sperimentazione in Agricoltura - Unit di ricerca per l'ingegneria agraria) all’interno del progetto "INTRAC - Integrazione tra gli aspetti ergonomici e di sicurezza nei trattori agricoli”, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, per svolgere le seguenti attività:

  • Ideare, progettare e realizzare un modello di manuale informativo/formativo “usabile” sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali durante l’uso e la manutenzione delle macchine agricole per gli operatori del settore, attraverso metodologie partecipative.
  • Studiare il carico di lavoro mentale associato alla guida di modelli di trattore diversi. Da una lato, i modelli di tipo meccanico-tradizionale in produzione in Italia fino agli anni ’90, dall’altro, i modelli di trattore più evoluti con particolare riferimento alle versioni Powershift tuttora in produzione. L’obiettivo principale di tale attività è di indagare se, parallelamente ai miglioramenti osservati dal punto di vista fisico nei modelli di trattore più evoluti, si osservano dei miglioramenti anche dal un punto di vista cognitivo.

 

About

Attraverso la conoscenza delle caratteristiche psico-fisiche degli utenti e lo studio dei loro comportamenti ed esigenze, supportiamo i nostri clienti nello sviluppare prodotti di consumo e professionali, ambienti lavorativi ed extralavorativi e servizi a misura d’uomo, al fine di renderli accessibili, sicuri, usabili e confortevoli.

Sede legale

Ergoproject Srl
Viale XXI Aprile, 15
00162, Roma
P.IVA – C.F. 10620401009
C.S.I.V. 10.000

Sede operativa

Ergoproject Srl
Via Francesco Negri, 53
00154, Roma

info@ergoproject.it

Tel/Fax +39 06 92915 789‬