User Experience, le 6 regole di base

Non perderti il nostro articolo "User Experience, 6 regole base per progettare un’esperienza di successo" su Digital4Business. Parliamo dei principi base degli approcci progettuali orientati all’utente e di come la UX sia tra i principali fattori che sempre più stanno determinando il successo dei servizi digitali.

Formazione certificata in Usabilità e UX

Siamo il primo Recognized Training Provider italiano della International Usability and User Experience Qualification Board (UXQB®) che ha avviato nel 2013 un programma di certificazione delle competenze, riconosciuto a livello internazionale, per i professionisti in ambito UX. Al momento ci sono oltre 3000 UXQB® Certified Professional for Usability and User Experience (CPUX) suddivisi nelle seguenti certificazioni:

  • Foundation level (CPUX-F)
  • Advanced level User Requirements Engineering (CPUX-UR)
  • Advanced level Usability Testing and Evaluation (CPUX-UT)

Il corso di preparazione alla certificazione CPUX-F è già disponibile e presto condivideremo le date in cui sarà possibile partecipare.

Attraverso questo corso potrai:

  • Familiarizzare con i concetti base dell’usabilità e della User Experience
  • Condividere il linguaggio e cooperare con professionisti del settore
  • Dimostrare le tue competenze a livello internazionale
  • Aggiornare e consolidare le tue conoscenze in usabilità e UX
  • Avere accesso a certificazioni avanzate in aree specifiche della disciplina, inclusi: usability testing, user requirement engineering, interaction specification, information architecture e usability engineering

Scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per informazioni sui nostri corsi o per pianificarne uno presso la tua impresa.

Nel posto giusto al momento sbagliato: implicazioni legate alla novità nella valutazione dell'usabilità percepita

Il nostro articolo "Nel posto giusto al momento sbagliato: implicazioni legate alla novità nella valutazione dell’usabilità percepita" è stato presentato durante il convegno “Buone interazioni.  L'Usabilità e la User eXperience per i servizi online delle pubbliche amministrazioni” promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dall'Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione (ISCTI) e tenutosi a Roma il 10 novembre 2017. Gli Atti del convegno verranno pubblicati sulla rivista di informazione scientifica dell’ISCTI: “La comunicazione. Note. Recensioni & Notizie". Il lavoro presentato è frutto di una collaborazione con l’università La Sapienza di Roma

Abstract
L’usabilità viene valutata attraverso 3 fattori principali: efficacia, efficienza e soddisfazione. Quest'ultimo fattore, contrariamente ai primi due oggettivi (es. tempo di esecuzione di un compito), viene valutato attraverso metriche soggettive (raccolte attraverso questionari) ed è definito come “la misura in cui le risposte fisiche, cognitive e emotive dell'utente che risultano dall’uso del sistema [...] incontrano le esigenze e le aspettative dell'utente”. La soddisfazione, assimilabile al concetto di usabilità percepita, è influenzata tanto da proprietà funzionali, strutturali e di navigazione del sistema, quanto da elementi apparentemente non collegati con l'usabilità, come la piacevolezza estetica e l'introduzione di novità (novelty effect). Diversi esperimenti e autori hanno dimostrato come l'estetica, a parità di valori oggettivi della qualità dell'interazione, incida positivamente sulla percezione dell’usabilità che gli utenti hanno tanto prima quanto dopo l'interazione con un sistema. Di segno inverso invece il contributo dell'introduzione di novità che sembra - in questo caso la letteratura è più limitata - condizionare negativamente l'usabilità percepita ancorché ci siano delle differenze legate alla tipologia di utenza (es. l'effetto è negativo per i novizi mentre diventa positivo per gli esperti). Gli esperimenti appena citati non chiariscono come questi effetti distorsivi si modifichino nel tempo. Esistono solo alcuni lavori embrionali che propongono un miglioramento nel tempo delle dimensioni pragmatiche (es. facilità d'uso) e un peggioramento di quelle edoniche (es. piacevolezza estetica) collegate all'usabilità percepita. Nel misurare l’usabilità percepita è dunque opportuno comprendere come questa evolva nel tempo in relazione ai cambiamenti del sistema preso in esame.

In linea con questo tema, si presenta di seguito un caso di studio, basato sui risultati di una valutazione dell’usabilità percepita svolta su un sistema gestionale in tre diverse fasi di un processo di redesign, evidenziando come il momento in cui è stato somministrato lo strumento (rispetto a specifiche fasi di evoluzione del sistema) abbia influenzato i dati raccolti.

Autori: Emiliano Torres, Simon Mastrangelo, Pietro Menatta

Usabilità e PA

Tra il 2017 e il 2018 siamo stati coinvolti in qualità di esperti di UX e HCD nel processo di digitalizzazione della PA italiana, attraverso diversi progetti di valutazione e ottimizzazione dei sistemi digitali, che hanno coinvolto più di 200 utenti, tra dipendenti e cittadini. Insieme a loro, stiamo continuando a lavorare per migliorare l’esperienza d’uso dei sistemi attuali e per rendere i nuovi sistemi in fase di progettazione sostenibili dal punto di vista dell’usabilità sia per i dipendenti degli enti pubblici, sia per i cittadini. La collaborazione con gli organismi della pubblica amministrazione non è però cosa nuova per noi. Dal 2014 infatti, insieme al “Gruppo di Lavoro per l’Usabilità” (GLU), istituito dal Dipartimento della Funzione Pubblica, ci impegnamo per facilitare l’adozione di un approccio human-centred nei capitolati tecnici di gara e per fornire delle linee guida per una progettazione dei siti web delle PA orientata all’usabilità.

XXXI Convegno AIEA: IT Auditing, Security & Governance

Siamo stati invitati dall'Associazione Italiana Information Systems Auditors (AIEA) a partecipare al loro XXXI Convegno Nazionale, intitolato "Innovazione e organizzazione: approccio organico alla Governance per supportare la Digital Transformation", che avrà luogo il 16 e 17 ottobre a Milano in via S. Marta 18, presso SIAM1838. Parleremo di "User Experience: come integrare le migliori prassi di misura della UX nei processi di digital transformation e come far evolvere i contratti di system integration". Il nostro intervento è previsto lunedì 16 ottobre alle 14:45.

Safety-Critical Manuals for Agricultural Tractor Drivers

Il nostro articolo "Safety-Critical Manuals for Agricultural Tractor Drivers: A Method to Improve Their Usability" è stato inserito nel volume 7 di Agriculture 2017 del MDPI (Multidisciplinary Digital Publishing Institute). Il lavoro presentato all'interno del testo è frutto di una collaborazione con il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA-IT) e PAN-PAN Edizioni Srl. Per saperne di più riportiamo di seguito l’abstract oppure per approfondimenti scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. :

Abstract
This work sets out the planning phases adopted for the first time to put together a manual on injury and accident prevention in the use of farm tractors. The goal is to convey information more effectively than at present, while taking the end users’ opinions into consideration. The manual was devised, created, and tested based on a human-centred design (HCD) process, which identified the operators’ requirements using a participatory ergonomics (PE) strategy. The main topics of the manual were outlined by engaging the users in a qualitative research activity (i.e., focus groups and workshops with final users), and the contents were prioritized and labelled by way of a noun prioritization activity. The users were involved right up to the choice of graphics and print layout in order to orient the publication to the farming context. The research activity highlighted a divergence between the operators’ requirements and the topics currently dealt with in the sector publications. The project resulted in the publication of the “Safe Tractor” manual, which features some innovations. The experience highlighted the need to adopt HCD processes to create innovative editorial products, which can help speed up the dissemination of safety culture in the primary sector.

The governance of Human-Centered Design

Parteciperemo come relatori alla lezione monografica "The Governance of Human-Centered Design", che si terrà il 25 novembre 2016 a Roma, nell'ambito del "EMIT - Executive Programme in Management e Governance dell’IT" organizzato dalla LUISS Business School in collaborazione con HSPI.

Usabilia -Forum PA 2016

Ergoproject, in qualità di membro della componente tecnico-scientifica del GLU (Gruppo di Lavoro per l’Usabilità) del Dipartimento della Funzione Pubblica, parteciperà al convegno "USABILIA: Cose mirabili dell'usabilità per i siti e i servizi online delle pubbliche amministrazioni", che si terrà il 26 maggio nel corso di Forum PA 2016.

Smart siti: usabilità per le PA

Il 28 maggio, dalle ore 15 alle 17, durante FORUM PA 2015, parteciperemo al convegno "Smart siti: strumenti e metodi dell'usabilità per le PA web". Presenteremo le linee guida per l’inserimento della progettazione orientata all’utente (Human-Centred Design) all’interno dei capitolati di gara dei servizi web delle Pubbliche Amministrazioni. Attività, questa, svolta in seno al GLU (Gruppo di Lavoro per l’Usabilità) del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Midterm Conference MONALISA 2.0

Il 4 e il 5 novembre parteciperemo alla Midterm Conference di Barcellona del progetto europeo Monalisa 2.0 per presentare le attività concluse e i risultati finora raggiunti all’interno della Sub-Activity 3.1: il cui obiettivo è quello di sviluppare un applicativo (ICT Tool), fondato su logiche di psicologia comportamentale (Behaviour Analysis), per il miglioramento degli aspetti connessi alla salute e sicurezza dei lavoratori a bordo nave.

About

Attraverso la conoscenza delle caratteristiche psico-fisiche degli utenti e lo studio dei loro comportamenti ed esigenze, supportiamo i nostri clienti nello sviluppare prodotti di consumo e professionali, ambienti lavorativi ed extralavorativi e servizi a misura d’uomo, al fine di renderli accessibili, sicuri, usabili e confortevoli.

Sede legale

Ergoproject Srl
Viale XXI Aprile, 15
00162, Roma
P.IVA – C.F. 10620401009
C.S.I.V. 10.000

Sede operativa

Ergoproject Srl
Via Francesco Negri, 53
00154, Roma

info@ergoproject.it

Tel/Fax +39 06 92915 789‬