Nel posto giusto al momento sbagliato: implicazioni legate alla novità nella valutazione dell'usabilità percepita

Il nostro articolo "Nel posto giusto al momento sbagliato: implicazioni legate alla novità nella valutazione dell’usabilità percepita" è stato presentato durante il convegno “Buone interazioni.  L'Usabilità e la User eXperience per i servizi online delle pubbliche amministrazioni” promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dall'Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione (ISCTI) e tenutosi a Roma il 10 novembre 2017. Gli Atti del convegno verranno pubblicati sulla rivista di informazione scientifica dell’ISCTI: “La comunicazione. Note. Recensioni & Notizie". Il lavoro presentato è frutto di una collaborazione con l’università La Sapienza di Roma

Abstract
L’usabilità viene valutata attraverso 3 fattori principali: efficacia, efficienza e soddisfazione. Quest'ultimo fattore, contrariamente ai primi due oggettivi (es. tempo di esecuzione di un compito), viene valutato attraverso metriche soggettive (raccolte attraverso questionari) ed è definito come “la misura in cui le risposte fisiche, cognitive e emotive dell'utente che risultano dall’uso del sistema [...] incontrano le esigenze e le aspettative dell'utente”. La soddisfazione, assimilabile al concetto di usabilità percepita, è influenzata tanto da proprietà funzionali, strutturali e di navigazione del sistema, quanto da elementi apparentemente non collegati con l'usabilità, come la piacevolezza estetica e l'introduzione di novità (novelty effect). Diversi esperimenti e autori hanno dimostrato come l'estetica, a parità di valori oggettivi della qualità dell'interazione, incida positivamente sulla percezione dell’usabilità che gli utenti hanno tanto prima quanto dopo l'interazione con un sistema. Di segno inverso invece il contributo dell'introduzione di novità che sembra - in questo caso la letteratura è più limitata - condizionare negativamente l'usabilità percepita ancorché ci siano delle differenze legate alla tipologia di utenza (es. l'effetto è negativo per i novizi mentre diventa positivo per gli esperti). Gli esperimenti appena citati non chiariscono come questi effetti distorsivi si modifichino nel tempo. Esistono solo alcuni lavori embrionali che propongono un miglioramento nel tempo delle dimensioni pragmatiche (es. facilità d'uso) e un peggioramento di quelle edoniche (es. piacevolezza estetica) collegate all'usabilità percepita. Nel misurare l’usabilità percepita è dunque opportuno comprendere come questa evolva nel tempo in relazione ai cambiamenti del sistema preso in esame.

In linea con questo tema, si presenta di seguito un caso di studio, basato sui risultati di una valutazione dell’usabilità percepita svolta su un sistema gestionale in tre diverse fasi di un processo di redesign, evidenziando come il momento in cui è stato somministrato lo strumento (rispetto a specifiche fasi di evoluzione del sistema) abbia influenzato i dati raccolti.

Autori: Emiliano Torres, Simon Mastrangelo, Pietro Menatta

Can User Experience affect buying intention? A case study on the evaluation of exercise equipment

In occasione del meeting annuale della Human Factors and Ergonomic Society - Europe Chapter del 2016, è stato presentato il paper “Can User Experience affect buying intention? A case study on the evaluation of exercise equipment” sviluppato in collaborazione con Technogym Spa e Sapienza Università di Roma

Abstract
Treadmills are increasingly loaded with digital technology for assisting the individual during the workout sessions by providing information for tracking relevant training parameters. Also, this technology makes exercise more pleasurable by keeping the user connected to her/his digital ecosystem (e.g. social networking, access to multimedia content). Although there is an increasing interest in digital technologies to be used in fitness, a cursory literature search shows that the interest towards gym equipment is currently limited to the hardware component, thus making biomechanics the focus of the investigation. Other types of contributions are very rare and mostly focused on the design of tools for special populations (e.g. elderly, disabilities) as well as for promoting physical activity monitoring (eHealth). In the present study information on the perceived usability of the interface was collected and analysed along with opinions about buying intention and estimated pricing. Twenty-three individuals were tested after using a treadmill (Technogym S.p.A.) equipped with an interface allowing equipment and training management, activity monitoring and user entertainment. Results indicated a significant influence of perceived usability of the interface on the intention of buying the whole system, thus suggesting the existence of a ROI of Human-Centred Design strategies.

XXXI Convegno AIEA: IT Auditing, Security & Governance

Siamo stati invitati dall'Associazione Italiana Information Systems Auditors (AIEA) a partecipare al loro XXXI Convegno Nazionale, intitolato "Innovazione e organizzazione: approccio organico alla Governance per supportare la Digital Transformation", che avrà luogo il 16 e 17 ottobre a Milano in via S. Marta 18, presso SIAM1838. Parleremo di "User Experience: come integrare le migliori prassi di misura della UX nei processi di digital transformation e come far evolvere i contratti di system integration". Il nostro intervento è previsto lunedì 16 ottobre alle 14:45.

UX Boot Camp Rome

Abbiamo curato gli aspetti strategici e operativi del primo “UX Bootcamp” di Jeff Sauro a Roma (20-22 giugno 2016) organizzato da MeasuringU in collaborazione con i dipartimenti di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale e di Psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma. Il corso proponeva un percorso di alta formazione per sviluppatori software, web e Apps, designer di interfacce, project manager ed esperti di usabilità che volessero migliorare le proprie competenze attraverso l’uso concreto di strumenti e metodi per misurare la User Experience.

UX Boot Camp Rome

Dal 20 al 22 giugno 2016 si terrà a Roma il corso “UX Boot Camp” di Jeff Sauro, di cui stiamo curando la gestione degli aspetti organizzativi.

Il corso (in lingua inglese) è rivolto a sviluppatori software, web e Apps, designer di interfacce, project manager ed esperti di usabilità che vogliano migliorare le proprie competenze attraverso l’uso concreto di strumenti e metodi per misurare la User Experience.

Lo UX Boot Camp Rome è organizzato da MeasuringU in collaborazione con i dipartimenti di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale e di Psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma.

Manuale “Usability Evaluation 2.0"

Abbiamo curato la prima edizione del manuale “Usability Evaluation 2.0 - Una descrizione (s)oggettiva dell’usabilità” di Francesco Di Nocera. Nel testo l'autore presenta il questionario Usability Evaluation 2.0 (Us.E. 2.0) da lui ideato per monitorare l’usabilità percepita di siti web, attraverso tre dimensioni: maneggevolezza, soddisfazione e attrattiva.

Prenota la tua presentazione di UserZoom

Stiamo proponendo, per la prima volta in Italia, i software on-line per User Experience Research UserZoom già utilizzati in Inghilterra, USA, Germania e Spagna, da alcune delle più importanti realtà on-line (es. Amazon, PayPal, Skype, eDreams) per analizzare e implementare la UX dei loro prodotti. Stiamo pianificando meeting di presentazioni degli strumenti che compongono la suite: Remote Usability Testing, Surveys, Mobile Testing, Feedback Tabs, Card Sorting, Tree Testing.

Prenota la tua presentazione scrivendoci!

Usability Evaluation (Us.E.) 2.0

Collaboriamo al progetto Us.E. 2.0, coordinato dal Prof. Francesco Di Nocera (Sapienza Università di Roma), che si propone di fornire un questionario on-line, gratuito, per misurare l’usabilità percepita di un sito attraverso tre dimensioni: Maneggevolezza, Soddisfazione e Attrattiva. Le tre scale diagnosticano rispettivamente l’interazione con le proprietà strutturali (semplicità d’uso), l’utilità percepita e la capacità del sito di fornire un’impressione gradevole attraverso i suoi contenuti estetici (look and feel).
Us.E. 2.0 è stato inserito all’interno del Protocollo eGLU 2.0, sviluppato dal Gruppo di Lavoro per l’Usabilità (GLU) del Dipartimento della funzione pubblica, come strumento di monitoraggio consigliato per valutare l’usabilità dei siti web delle pubbliche amministrazioni.

About

Attraverso la conoscenza delle caratteristiche psico-fisiche degli utenti e lo studio dei loro comportamenti ed esigenze, supportiamo i nostri clienti nello sviluppare prodotti di consumo e professionali, ambienti lavorativi ed extralavorativi e servizi a misura d’uomo, al fine di renderli accessibili, sicuri, usabili e confortevoli.

Sede legale

Ergoproject Srl
Viale XXI Aprile, 15
00162, Roma
P.IVA – C.F. 10620401009
C.S.I.V. 10.000

Sede operativa

Ergoproject Srl
Via Francesco Negri, 53
00154, Roma

info@ergoproject.it

Tel/Fax +39 06 92915 789‬